ALLA PROVA DEL 6 (MT)

Kit Barilla, anche no: sono gustosi, ma a volte poco utili, e le porzioni non sono adatte ai grandi appetiti

CI PIACE

  • Facilità di preparazione
  • Velocità di cottura
  • Ampia scelta di kit

NON CI PIACE

  • Prezzo: per 4 persone sono 8 euro (senza la promozione) e le dosi non sfamano
  • Alcuni sono poco utili: meglio comprare separatamente gli alimenti (pennette e ragù o zuppa di fagioli già pronta)

Prezzo: in offerta 10 euro per tre kit

26 dicembre 2020 – Cucinare in camper, almeno in uno “piccolo” come il nostro, ti porta a fare un po’ di sacrifici e anche qualche rinuncia. Addio forno, addio microonde, addio Bimby… poco spazio per muoverti, piano di appoggio piccolo… e all’inizio devi abituarti e organizzarti di conseguenza. Ma tutto si può fare. Abbiamo acquistato il “fornetto” Kasanova che si mette sui fornelli, il pane lo compriamo fresco, il latte e l’acqua per il thè li scaldiamo nel pentolino sul fuoco, ecc ecc.

Ma non abbiamo rinunciato a cucinare e facciamo di tutto: dalla pizza (viene così e così) alle crêpe con la nutella, dal risotto in tanti modi al pollo al limone con il riso basmati. Tanto per fare qualche esempio. Tutto questo per dire che siamo dei buongustai e delle buone forchette, anche se non ci dispiace ogni tanto sperimentare anche soluzioni più pratiche e veloci, come sughi già pronti, minestre in scatola o risotti in busta. 

Gli algoritmi dei social, che sanno tutto di noi, ci hanno proposto la pubblicità della Barilla: tre kit CucinaBarilla a scelta a 10 euro. Ma sì, proviamo! Detto, fatto e ce li siamo fatti spedire all’indirizzo del campeggio dove abbiamo passato tutto il periodo di zona rossa della Lombardia e del Piemonte. Uno al giorno li abbiamo “cucinati” e mangiati, e adesso vi raccontiamo com’è andata. 

Uno sguardo alle confezioni

Ogni kit è contenuto in una piccola scatola di colore diverso per ogni ricetta: per esempio, rossa per il risotto al radicchio rosso, marroncino per la zuppa di fagioli e blu per le pennette al ragù. Sul davanti spicca l’immagine con gli ingredienti del piatto e sul retro sono riportate le istruzioni per la cottura. Questa può essere fatta in maniera “tradizionale” in padella o in pentola, con un robot da cucina, tipo il Bimby, oppure con il forno dedicato Cucinabarilla. A questo proposito su un lato è stampata un’etichetta Rfid che va avvicinata al display e il forno “legge” da solo le istruzioni per la cottura.

Gli ingredienti sono completi e non va aggiunto altro se non, ovviamente, l’acqua e, a seconda del piatto e se piace, un po’ di formaggio grattugiato. Le dosi di un kit sono per due persone, se siete in quattro servono due scatole e così via.

Risotto al radicchio rosso

Il kit contiene due buste: una con il riso Carnaroli e l’altra con il condimento. Seguendo le istruzioni passo a passo ho versato in una padella, abbastanza capiente (diciamo sui 24 centimetri di diametro), i due ingredienti insieme a 600 millilitri di acqua fredda, ho dato una mescolata e acceso il fuoco. Una volta arrivati all’ebollizione, mantenendo la fiamma media e mescolando di tanto in tanto, ho aspettato che si consumasse l’acqua e il riso fosse cotto. Barilla consiglia una cottura di circa 15 minuti: io di tanto in tanto assaggiavo e ne sono bastati anche meno per avere la giusta consistenza.

Il risultato ci è piaciuto: bello da vedere e anche buono. Le dosi non sono super abbondanti ma giuste per due persone che non hanno un molto appetito o si vogliono mantenere leggere a pranzo o a cena.

Zuppa di fagioli

Il kit contiene solo un brik con dentro la zuppa: è bastato versarla in un una pentola e aggiungere 50 millilitri di acqua. Più semplice di così! Anche per la zuppa ho aspettato che bollisse. La cottura ha richiesto molto di più dei tre minuti specificati nelle istruzioni, ovvero almeno dieci per avere una zuppa dalla giusta consistenza. A questo punto ci poteva stare anche la pasta, come i tipici ditalini, e avremmo avuto un’ottima pasta e fagioli, che avrebbe saziato meglio la nostra fame.

La dose va bene per due persone ma solo se si ha poco appetito, e non è il nostro caso, o se si mangia qualcosa d’altro. Non avevamo preparato nulla e allora ci siamo sacrificati. Abbiamo scaldato nella padella antiaderente una piadina che abbiamo mangiato con due confezioni monodose di Nutella!

La zuppa di fagioli era piuttosto buona, quindi potremmo anche sbilanciarci e consigliarla, ma non attenetevi ai tempi di cottura specificati, ma assaggiate e, soprattutto, giudicate voi la consistenza che vi piace e una volta raggiunta stop, senza guardare il timer. Non ci starebbero male dei crostini, in alternativa alla pasta, e l’aggiunta a crudo di un goccino di olio extra vergine d’oliva.

Pennette al ragù

Dentro la scatola troviamo le pennette in una busta trasparente e il sugo: pasta Barilla e anche il ragù, pensiamo lo stesso che si trova nei supermercati, tant’è che il vasetto è identico e cambia solo l’etichetta che è stata personalizzata con il logo CucinaBarilla. Anche qui… minimo lavoro: si tratta solo di mettere la pasta in una padella, di aggiungere poco più di mezzo litro di acqua fredda – per l’esattezza 520 ml – e di portare a ebollizione. Le istruzioni dicono di far bollire per meno di sette minuti e noi lo abbiamo fatto, quindi di aggiungere il sugo e di fare cuocere, a fuoco medio per circa 5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Abbiamo fatto anche questo. Il tutto non ci è dispiaciuto e le dosi erano abbastanza abbondanti – il sugo a nostro avviso era anche troppo – ma avremmo speso meno se avessimo comprato separatamente pasta e ragù. E sarebbero avanzate anche delle pennette, giusto la dose per un altro pasto.

Tutte altre ricette CucinaBarilla da usare in camper:

  • Cioccolata Calda
  • Cous cous alle verdure
  • Cous cous lenticchie e curry
  • Fusilli al pesto
  • Insalata di Riso e Quinoa
  • Pennette 5 cereali alle verdure
  • Pennette al ragù
  • Pennette alla puttanesca
  • Risotto ai formaggi
  • Risotto ai funghi
  • Risotto al radicchio rosso
  • Risotto alla milanese
  • Tortellini in brodo
  • Ziti alle cime di rapa
  • Zuppa di Ceci
  • Zuppa di cereali e legumi
  • Zuppa di fagioli

©2020 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Maria Luisa Romiti

È giornalista professionista dal 1996 e scrive soprattutto di tecnologia e mercato. Prima capo servizio di Pc World Italia e poi dal 2003 libera professionista, collabora con Affari&Finanza. In passato si è occupata anche di robotica, nautica, industria grafica e cartaria. Appassionata di maglia e uncinetto, il suo hobby preferito, ama lo sport e ci tiene alla forma fisica. Un po’ nomade nell’anima adora la vita in camper e i viaggi.