CAMPERANDO

Seimetri.it: al via una collaborazione con Teleco Group per mettere alla prova i migliori accessori

19 gennaio 2021 – Vivere in camper da oltre un anno e mezzo ci ha insegnato una cosa: a livello di manutenzione e migliorie, un camper non è come una casa. Mentre tra le quattro mura le operazioni straordinarie sono molto rare e diluite nel tempo, su quattro ruote le idee si rincorrono continuamente. A meno di acquistare sin dall’inizio un prodotto dotato di accessori il cui valore si può avvicinare a quello del veicolo stesso, è solo il tempo che solletica, di volta in volta, la fantasia progettuale.

Così, ogni tanto si fantastica su quali e quanti accessori potrebbero entrare a fare parte delle dotazioni del nostro Falkor. Dopo avere analizzato con attenzione le nostre specifiche esigenze, abbiamo identificato una serie di prodotti che potrebbero esserci particolarmente utili. E dato che il camper non è solo il nostro strumento per godere delle (meritate) vacanze, ma è soprattutto il luogo in cui viviamo 24 ore su 24, sette giorni alla settimana, tutti i mesi dell’anno, è per noi indispensabile trovare non solo le soluzioni tecniche che in astratto possono soddisfare queste esigenze, ma un vero e proprio partner che possa fare da garante del livello qualitativo e prestazionale dei prodotti.

Per questo abbiamo deciso di stringere un accordo con Teleco Group, che vanta un’enorme esperienza nel settore dei veicoli ricreazionali e dispone di un vastissimo catalogo di accessori. Da qui, nel corso del 2021, pescheremo gli oggetti più adatti per installarli sul nostro mezzo e raccontarvene pregi e difetti, in modo che la nostra esperienza possa esservi utile.

Per cominciare (i più attenti di voi lo avranno già visto da un paio di nostri post sui canali social: FacebookInstagram e Twitter) cercheremo di risolvere uno dei problemi che per noi nomadi digitali è più rilevante: la difficoltà di agganciare il segnale cellulare 4G quando ci troviamo in posti particolari, un po’ “ai margini della civiltà”, tipicamente quelli più belli. Fermi in fondo a una valle, in cima a una montagna, in riva a un lago, sulle sponde di un fiume o su una scogliera a picco sul mare, quando si è un tutt’uno con la natura che ci circonda, è sempre una brutta sorpresa scoprire che il cellulare, cordone vitale per il nostro lavoro, prende poco e fatica a farci arrivare un segnale decente. Come giornalisti fulltimer non possiamo permettercelo.

Da qui la scelta di iniziare la nostra collaborazione con Teleco Group installando il PhoneBoosterVan 2.0, che in presenza di un segnale cellulare di debole intensità è in grado di amplificarlo fino a renderlo sufficientemente potente e stabile. A questo dispositivo abbineremo anche il Router WiFi WFT400, un prodotto 4G che, utilizzando una SIM dati, ci permetterà di sfruttare una connessione Wi-Fi come quelle a cui siamo abituati a casa.

La settimana prossima ci recheremo in un’officina di fiducia per eseguire l’installazione, mentre in quelle successive vi racconteremo come questo sistema funziona nella vita di tutti i giorni. Per noi si tratta di prodotti indispensabili per poter lavorare ovunque ci troviamo, mentre per chi è in vacanza è una soluzione che permette di godere di tutto l’intrattenimento moderno legato a social network e servizi di streaming. Stay tuned!

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.

PUBBLICITA’