MONDO PLEIN AIR

Se vi piace il nostro Falkor non potrete non amare questo “piccolo” Frankia: il motorhome I 640 SD

14 settembre 2019 – Abbinare il marchio Frankia a un motorhome di piccole dimensioni non viene naturale. Il marchio di lusso è decisamente più orientato verso mezzi “impegnativi”, che non si conciliano certo con la filosofia dei sei metri. In attesa di scoprire qualcosa di più sul furgonato Yucon presentato a Dusseldorf (il sito della società è ancora avaro di informazioni), spulciando il corposo catalogo 2020 emerge un veicolo che si fa notare per diverse particolarità: il motorhome I 640 SD della F-Line. Dalla sigla si intuisce che la lunghezza complessiva è di sei metri e quaranta (6,45 per la precisione), il che lo pone al limite della nostra fascia preferita.

Ma guardandolo all’interno si nota subito la filosofia del nostro Falkor portata all’estremo (e quindi non può non piacerci): il metro in più in lunghezza serve infatti a dotare la zona giorno di una semidinette a L coadiuvata da una coppia di divani contrapposti e dare al bagno trasversale in coda la dimensione giusta per renderlo “casalingo”, con doccia separata. E il fatto che sia un motorhome consente di utilizzare panca e divani anche quando il matrimoniale basculante da 192 per 140 centimetri è abbassato. Indicazione importante: questo mezzo ha solo due posti letto. In opzione è possibile ordinare, al posto di quello di serie, un basculante “gigante” di quasi due metri per due (192x197cm) che consente di dormire anche in senso longitudinale.

A parte l’organizzazione degli spazi, questo piccolo motorhome si fa notare per altri due elementi sostanziali, e non da poco: realizzato su telaio ribassato Alko e dotato di doppio pavimento, il Frankia I 640 SD è riservato a chi ha la patente C, visto che può essere immatricolato con una massa a pieno carico di 3.850 o 4.500 chili; il secondo importante fattore è che per godervi questo gioiellino dovete prepararvi a sborsare quasi centomila euro. Insomma, si tratta di una soluzione molto particolare e apprezzata solo da chi è convinto che le dimensioni (ridotte) contino. Del resto, convivere con una pianta come quella scelta da Frankia significa rinunciare al garage e ad avere un letto sempre pronto, anche se il basculante (ovviamente elettrico) si abbassa in un attimo.

Le dotazioni comprendono il riscaldamento a gas Truma Combi 6con pannello di controllo CP Plus, il frigorifero Dometic TecTower 10 da 160 litri apribile su entrambi i lati, serbatoio delle acque chiare da 150 litri (130 per quello di recupero), toilette in ceramica, seconda cassetta Thetford in dotazione, finestre Seitz S7. Il doppio pavimento ha un’altezza di 35 centimetri e garantisce spazi di stivaggio più che abbondanti, portando però l’altezza complessiva del motorhome a tre metri e dieci. Peccato poi che Frankia fornisca una sola batteria dei servizi al Gel e per giunta da 80Ah: per la fascia di prezzo in cui è posizionato, questo modello meritava ben di più!

La meccanica di serie è Fiat Ducato con motore da 140 cavalli, cambio manuale e ruote da 16 pollici, riscaldatore elettrico ausiliario, chiusura centralizzata, predisposizione radio con antenna. In opzione è possibile richiedere serbatoio gasolio maggiorato (da 90 litri invece di 60), cambio automatico e/o le motorizzazioni più potenti da 160 e 180 cavalli.

©2019 seimetri.it

Se volete lasciare un commento a questo articolo, potete farlo sulla nostra pagina di Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.