MONDO PLEIN AIR

Fiat Professional svela il Nuovo Ducato 2021, che vedremo sui veicoli ricreazionali della nuova stagione

Disponibile anche in / Available also in: Inglese

18 maggio 2021 – Dopo diversi mesi di attesa è scoccata l’ora del Nuovo Ducato nella versione 2021. La meccanica Fiat fa da base alla grande maggioranza di camper e camper van venduti in Europa e quindi molto di quello che è stato reso pubblico oggi riguarda anche i veicoli ricreazionali che verranno consegnati a partire dai prossimi mesi. Tecnologia e connettività sono le parole d’ordine di questa nuova edizione, abbinate a una revisione del design e agli interni.

Questi ultimi sono quelli che colpiscono di più, grazie alla riprogettazione della strumentazione, ora interamente digitale e battezzata Full Digital Cockpit, e ai rinnovati sistemi multimediali Uconnect con schermi fino a 10 pollici. La versione top di gamma arriva a includere un sistema di navigazione con mappe TomTom 3D e l’interfaccia Apple Car Play/Android Auto con sistema wireless, mentre lo Uconnect da 7 pollici è privo di navigatore e quello da 5 pollici perde la compatibilità con gli smartphone. Il design rinnovato degli interni vede plancia ridisegnata, nuovi volante e pomello del cambio, pannelli porta e comando del climatizzatore automatico modificati.

Guida autonoma di Livello 2!

Fiat ha lavorato anche sui sistemi di assistenza alla guida, i cosiddetti ADAS. Quali e quanti di questi ritroveremo sui camper oggi non lo sappiamo, ma il Nuovo Ducato vuole proporsi come il primo veicolo commerciale leggero con guida autonoma di livello 2. Dal controllo della velocità a quello della frenata per gli ostacoli improvvisi come pedoni e ciclisti, dal riconoscimento dei segnali stradali al monitoraggio dell’attenzione di guida del conducente, fino ad arrivare al cruise control adattativo con funzione “stop&go”, al mantenimento della corsia di marcia e al “traffic jam assist”, che mantiene un controllo attivo sulla traiettoria del veicolo, tenendo in considerazione le condizioni del traffico. L’utilizzo combinato di questi tre ultimi ADAS permette al Nuovo Ducato di raggiungere il livello 2 di guida autonoma, in cui il veicolo assiste autonomamente il guidatore durante le operazioni di guida, accelerazione e frenata.

Di particolare interesse, se adottato sui veicoli ricreazionali, è il Digital Central Mirror che proietta in digitale, migliorandola, l’immagine posteriore sostituendo il retrovisore. In più, tra le possibili dotazioni ci sono anche un sistema ESC migliorato con il Cross Wind Assist e il Trailer Stability Control, nonché l’Active Park Assist, un’assistente semi autonomo per le manovre di parcheggio in parallelo e perpendicolare.

Tante piccole comodità

Il Nuovo Ducato propone anche piccole comodità come il sistema di accesso e l’avvio del motore senza chiave, il freno di stazionamento elettrico per ridurre gli ingombri in cabina e facilitare gli spostamenti, un compartimento per ricaricare in modalità wireless i cellulari o le doppie prese USB di tipo A e C, la presa di corrente a 230 Volt. Per i più esigenti ci sarà la possibilità di avere il parabrezza riscaldato con resistenze elettriche interne per un rapido sbrinamento del vetro e le sospensioni pneumatiche autolivellanti.

Fiat ha anche rivisto i sedili, modernizzandone il look e utilizzando nuove imbottiture che offrono più spazio e comodità. Il servosterzo elettrico, di serie su tutta la gamma, è ora più preciso e maneggevole in ogni condizione di marcia e di portata e il volante più piccolo e dal diametro di sterzata ridotto migliorano comfort di bordo e agilità nella guida.

I motori divisi tra Light ed Heavy Duty

Parlando di motori, Fiat fa riferimento alla terza generazione di sistemi Multijet, basati sulla nuova architettura H3 power, che dovrebbe garantire peso ridotto e diminuzione di consumi ed emissioni, offrendo al contempo maggiore elasticità e minore rumorosità, migliorando addirittura la durabilità. La cilindrata scende a 2,2 litri (2.184cc), ma le potenze rimarranno invariate a 120, 140, 160 e 180 cavalli con cambio manuale a sei marce, e con la possibilità di avere, abbinato alle tre versioni più potenti, l’automatico a nove marce. Questi motori sono compatibili con le normative antiinquinamento Euro 6D-Final.

Nelle versioni da 140/160/180CV, i motori saranno disponibili anche in inedite versioni Heavy Duty. In questo caso la cilindrata sarà mantenuta a 2,3 litri (2.287cc), mentre la normativa antinquinamento di riferimento sarà la Euro 6 Step E.

I fanali diventano Full Led

Esternamente, il Nuovo Ducato presenta nuovi proiettori con tecnologia Full Led ad alte prestazioni. I gruppi ottici sono divisi in tre parti, con la sezione inferiore dedicata ai Led che evolvono la “firma” luminosa caratteristica del Ducato e i tre gruppi centrali che hanno un look sportivo e forniscono il 30% in più di luminosità rispetto ai classici fari alogeni. Infine, la parte superiore è dedicata all’indicatore di direzione, con guida luce a Led con accensione a scorrimento. Nella gamma colori debutta il Grigio Lanzarote, che è dedicato in particolare ai clienti del settore ricreativo.

Non vediamo l’ora di scoprire quali scelte i produttori hanno fatto per mettere a punto le loro proposte per la stagione 2021/2022.

©2021 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

Disponibile anche in / Available also in: Inglese

INFORMAZIONI SULL'AUTORE / ABOUT THE AUTHOR

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.

Born in 1964, he has been a professional journalist since 1990 and an entrepreneur since 2007. He has been involved in technology since the end of the 1980s, first as a journalist and then as a specialized translator, and for about three decades he has loved traveling in a motorhome. Since the end of May 2019 he has become a "fulltimer". In July 2019 he launched the blog seimetri.it

PUBBLICITA’ / ADV