MONDO PLEIN AIR

Da 55 anni la soluzione personale per il WC in viaggio si chiama Porta Potti

17 maggio 2020 – Sui nostri mezzi il bagno non manca quasi mai, ma chi si sposta con un furgonato auto-attrezzato, chi preferisce la monovolume o quanti amano ancora la tenda sanno che possono sempre contare sulle toilette chimiche portatili. Oltre tutto, in questo periodo di emergenza sanitaria, utilizzare un WC personale invece dei servigi igienici condivisi dei campeggi può essere un vantaggio.

I prodotti più conosciuti sono i Porta Potti di Thetford, che vantano una lunghissima storia nata 55 anni fa. Oggi nel catalogo dell’azienda si trovano ben sette prodotti diversi, in grado di adattarsi a qualsiasi situazione. Ad accomunare tutti i modelli è la struttura divisa in due sezioni. Quella superiore comprende la seduta e il serbatoio per l’acqua di risciacquo, quella inferiore il serbatoio di raccolta. Il funzionamento è del tutto simile alle toilette che si ritrovano sui veicoli attrezzati, con la pompa dello sciacquone che in questo caso, tranne che nel top di gamma, è ad azionamento manuale.

La gamma base è formata da due modelli, 145 e 165, che differiscono solo per la differente altezza e per la capienza del serbatoio di scarico. Il più piccolo ha il sedile alto 32,4 centimetri e una capacità di 12 litri, mentre quello superiore è alto 40,8 centimetri e può contenere fino a 21 litri di acque nere. In entrambi i casi i litri di acqua disponibili per il risciacquo sono quindici e vengono gestiti tramite una pompa pneumatica.

La serie 3 comprende invece tre modelli: 335, 345 e 365. Qui la pompa è a pistone, quindi più facile da azionare e più efficace. Rispetto ai modelli della serie 1, questi dispongono di un indicatore del livello del serbatoio di scarico, che è in grado di contenere rispettivamente 10, 12 o 21 litri. La riserva di acqua pulita è di 10 litri nel Porta Potti 335 e di 15 litri negli altri due. L’altezza della seduta da terra va dai 30,8 centimetri del modello 335 ai 40,8 del 365, passando da 32,4 centimetri del 345.

Infine, si arriva al top di gamma Porta Potti 565, disponibile nella versione P, con pompa a pistone, e nella versione E, con pompa elettrica. Queste toilette hanno un diametro della tazza di maggiori dimensioni, un serbatoio di scarico da 21 litri e una capacità in termini di acqua pulita di 15 litri, oltre a un portarotolo di carta igienica integrato celato da uno sportello. L’altezza da terra della seduta è a quota 44,3 centimetri. Strano a dirsi per un WC, ma qui anche il design ha qualcosa da dire, con forme assolutamente originali. Tra l’altro, il peso è contenuto in meno di cinque chilogrammi, assicurando la portabilità anche di questi modelli più grandi.

Tutte le toilette Porta Potti possono anche essere spostate in modo molto pratico ricorrendo a una specifica borsa per il trasporto, disponibile in due misure a seconda dei prodotti che devono contenere.

©2020 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.