CAMPERANDO

Amministrazione efficiente (sindaco in testa) a Madonna del Sasso: i camperisti ringraziano!

29 febbraio 2020 – Quando riusciamo a viaggiare (non lo facciamo mai quanto vorremmo) ci piace condividere con voi i posti dove troviamo accoglienza, se ovviamente non siamo in sosta libera. Per questo abbiamo aperto da qualche mese la sezione Sosta certificata, che non vuole essere una guida esaustiva, ma solo il nostro contributo per chi ama spostarsi in camper. Tra i posti che abbiamo visitato fino a oggi, ce ne sono stati un paio che, per motivi diversi, ci hanno spinto a fare delle segnalazioni alle amministrazioni locali.

Della nostra (e non solo) insoddisfazione per l’area di sosta di Ferrara vi abbiamo ampiamente parlato. Segnalandone le criticità all’amministrazione comunale e al gestore abbiamo avuto la sorpresa, positiva, di ricevere una rispostaNel caso di Ferrara, però, le informazioni aggiuntive che abbiamo ricevuto non hanno portato a grandi miglioramenti. Anzi, hanno fatto capire che la situazione nella bella città emiliana è destinata, almeno temporaneamente, a peggiorare.

L’oasi di Madonna del Sasso

Una decina di giorni fa siamo invece tornati in un’area che ci era piaciuta parecchio, quella di Madonna del Sasso, sul Lago d’Orta. Si tratta di un posto molto isolato, ma che si trova in una splendida posizione, ideale per un po’ di pace e tranquillità. Gratuita, ma priva di energia elettrica, consente il carico e lo scarico senza oneri e offre la possibilità di visitare il Santuario e il delizioso e adiacente borgo di Boleto, dove si trova fra l’altro il Municipio di Madonna del Sasso.

La scorsa settimana ci siamo quindi tornati, dopo un breve giro in Piemonte, ma al momento di scaricare il bagno ci siamo accorti che la fontanella con l’acqua potabile era chiusa. C’eravamo solo noi e in questa stagione non pensiamo che l’area sia molto frequentata, però ci siamo rimasti male. Così abbiamo segnalato la cosa utilizzando il modulo Contatti sul sito del Comune.

Risposta immediata

Il giorno dopo abbiamo ricevuto la risposta direttamente dal sindaco E­zio Barbetta (nell’immagine di apertura, tratta da un servizio di VCO Azzurra TV), che ci ha scritto così: “Ho provveduto a dare disposizione affinché sia riattivata l’erogazione dell’acqua sia all’area camper che al cimitero e al Santuario, che tutti gli anni viene interrotta all’inizio della stagione invernale in quanto non essendoci utenti fissi allacciati alla condotta, e quindi senza alcun scorrimento dell’acqua per intere giornate, con il freddo gelava con la conseguente rottura delle tubazioni”. È vero che il Comune di Madonna del Sasso è piccolo, ma informazioni così tempestive e date direttamente dal primo cittadino crediamo siano cosa rara.

Felici di avere ricevuto attenzione, abbiamo allora voluto ricordare al sindaco che nell’area ci sono due piccole criticità: la prima è che la fontana presenta un attacco del rubinetto privo di filettatura, cosa che mette spesso in crisi i camperisti che non sono attrezzati con un adattatore specifico o che non adottano piccoli trucchetti (lo sapevate che il problema si può risolvere con un pezzetto di camera d’aria da bicicletta?); la seconda è che pur offrendo il servizio di raccolta differenziata, manca il bidone per la carta.

Sindaco Barbetta: grazie!

Da non credere: nel giro di alcuni giorni è arrivata un’altra mail! Poche righe, ma davvero molto gradite: “Solo per segnalare che abbiamo proceduto a modificare l’attacco della fontanella nell’area camper in modo da agevolare l’approvvigionamento (un attacco in alto e uno in basso, già presente in precedenza, con due filettature diverse). Provvederemo a mettere tutti i bidoni per la raccolta differenziata. Grazie per le segnalazioni”. E la mail era accompagnata anche dalla foto della fontanella.

A livello personale vogliamo ringraziare, anche pubblicamente, Ezio Barbetta, sottolineando come possa bastare davvero poco per dare segnali positivi e mostrare attenzione a una forma di turismo, che comunque la si voglia guardare, è sicuramente più sostenibile di altre.

©2020 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.