MONDO PLEIN AIR

Il concorso fotografico Eberspächer premia le immagini più belle del turismo invernale in camper

14 dicembre 2019 – Ai camperisti invernali appassionati di fotografia, Eberspächer offre anche quest’anno l’opportunità di partecipare a un originale concorso fotografico. È la quinta volta che la società tedesca, specializzata in sistemi termici per il settore automotive, lo propone, con il titolo “Fotografa il tuo inverno in camper e riscaldalo con Eberspächer”. L’obiettivo è quello di premiare un’immagine coerente con la filosofia della società: quando il clima smette di essere clemente, non esiste luogo più accogliente del proprio camper, in particolare se a scaldarlo ci pensano dei professionisti. Per partecipare, in modo del tutto gratuito, bisogna scattare una fotografia capace di raccontare la magia dell’inverno vissuto all’aria aperta. Nessun limite di soggetto o di tecnica, quindi, ma ampio spazio a fantasia e creatività.

Le immagini più belle saranno scelte da una giuria specializzata e utilizzate per la prossima campagna pubblicitaria stagionale di Eberspächer. Oltre alla soddisfazione di vedere riconosciuto il proprio talento fotografico, i vincitori verranno ricompensati anche con l’acquisto dei diritti per l’utilizzo commerciale dell’immagine. Gli accordi specifici, e quindi anche la cifra economica, verranno però presi singolarmente con gli autori. Non sarà questa l’occasione per diventare ricchi, ma volete mettere la soddisfazione di vedere una propria foto utilizzata per una campagna pubblicitaria?

Per partecipare è sufficiente trasmettere le immagini scattate in situazioni di viaggio o campeggio invernale entro il 30 aprile del prossimo anno. Le foto possono essere caricate direttamente sul sito di Eberspächer a questo link: https://www.eberspaecher.it/carica-fotografia/.

©2019 seimetri.it

Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.