MONDO PLEIN AIR

Quando l’energia non basta, arriva Teleco con il suo generatore “monstre” dotato di inverter

21 marzo 2020 – 5,6 kiloWatt. Climatizzatore, asciugacapelli, tostapane e macchinetta per il caffè espresso accesi anche contemporaneamente. Nemmeno a casa si arriva a tanto, ma grazie all’ultima proposta di Teleco Group oggi è possibile farlo in camper, in sosta libera. Si chiama Telair TIG 6000 B ed è un generatore di corrente alimentato a benzina che ha in dotazione anche un inverter a onda sinusoidale pura: una tecnologia adatta ad alimentare anche i prodotti tecnologici più “delicati”. L’alimentazione è infatti sempre stabile a 230 Volt, con una frequenza di 50 Hz e con una distorsione vicina allo zero, a prescindere dal carico applicato.

Tecnicamente, questo generatore si basa su un motore termico realizzato da Yamaha (il modello MZ-300) il cui regime di rotazione è regolato elettronicamente in modo automatico a seconda del carico da 2.400 a 3.600 giri al minuto. La tensione alternata a frequenza variabile prodotta dall’alternatore a magneti permanenti viene trasferita all’inverter, che attraverso un primo circuito elettronico la converte in tensione continua, mentre un secondo circuito la trasforma in tensione alternata a 230 Volt/50 Hz. La funzione Boost permette di aumentare temporaneamente la potenza per carichi elettrici elevati.

Il Telair TIG 6000 B è contenuto in una cassa metallica insonorizzata dotata di un cassetto estraibile che consente di accedere all’intero gruppo per una pratica manutenzione. Ovviamente un prodotto di questo genera ha bisogno di spazio: la larghezza è di 61 centimetri, mentre altezza e profondità sono rispettivamente di 34,5 e 46,5 centimetri. In camper anche i pesi hanno la loro importanza ed è quindi bene sapere che stiamo parlando di un prodotto da 75 chilogrammi. A tutto questo va poi aggiunto il serbatoio per la benzina. Il consumo massimo dichiarato è di 2,2 litri all’ora.

Un capitolo a parte è quello della rumorosità. Come ben sanno i camperisti, chi utilizza il generatore è considerato un disturbatore e quindi bisogna fare molta attenzione. I tecnici di Yamaha e Telair hanno lavorato bene sull’insonorizzazione, limitando il rumore a 58-63 dBA (a sette metri di distanza). La scelta di attivarlo va quindi fatta ricorrendo sempre al buonsenso.

Un pannello remoto permette di controllare a distanza il generatore, fornendo informazioni come livello dell’olio, temperatura di esercizio e consumo di corrente. Grazie all’app Teleco-Hub, è possibile accendere, spegnere e controllare a distanza il Telair TIG 6000 B utilizzando un tablet o uno smartphone iOS o Android.

Se avete spazio, rimanete nei limiti di peso e siete perfettamente in grado di autogestirvi senza disturbare gli altri camperisti, vi rimane solo un ostacolo da superare: quello del prezzo. Nel comunicato stampa diffuso dalla società non si fa cenno a questo “particolare”, ma online siamo riusciti a trovarlo a circa 6.500 euro, a fronte di un prezzo suggerito di poco più di 7.600 euro. Ovviamente parliamo di un prodotto molto particolare e unico. Chi ha esigenze meno impegnative, trova nel catalogo Teleco Group i generatori della serie 3000, che con una potenza di 2,9 kW possono essere alimentati, oltre che a benzina, anche a gasolio o a gas.

©2020 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.