SOSTA CERTIFICATA

BACENO (VB) – AREA CAMPER ALPE DEVERO

  • REGIONE: Piemonte
  • INDIRIZZO: Via Rivera
  • SITO WEB: www.camperalpedevero.it
  • TEL: 335 8394350, 338 9356110
  • APERTURA: annuale
  • COORDINATE GPS: 46°15’38.6″N 8°18’54.6″E – 46.260729, 8.315174
  • SERVIZI: carico/scarico, elettricità, bagni, docce, lavello stoviglie, bar
  • COSTO PER 24 ORE: 20€ (16€ dal 1 ottobre al 31 maggio, escluso feste e ponti)
  • POSTI DISPONIBILI: 18
  • DISTANZA DAL CENTRO O DAL LUOGO TURISTICO: 400 metri dal centro di Baceno, 12 km dall’Alpe Dévero (servizio navetta)
  • SUPERFICIE: masselli autobloccanti grigliati
  • RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATA: 
  • DATA DELLA VISITA: 11 agosto 2020
  • AUTORE DELLA VISITA: Seimetri.it

L’Alpe Dévero è un delizioso borgo da cui partono numerosi sentieri per passeggiate ed escursioni. Il parcheggio più vicino al paese dove possono sostare anche i camper dista 1,5 chilometri (in salita su asfalto), ma la strada non è ideale per i veicoli più grandi. Così un buon compromesso può essere questa area di sosta, da cui partono navette che portano all’Alpe. Purtroppo in questa stagione 2020 segnata dalla pandemia di Covid-19 il servizio non è assicurato. In ogni caso, l’area è un buon punto di appoggio per chi ha bisogno di effettuare camper service e ricaricare le batterie. Baceno, tra l’altro, è uno dei pochi centri di questa zona con buona disponibilità di negozi.

L’area, ricavata ai margini di un piccolo centro sportivo, ha 18 piazzole, tutte delimitate e in piano, che offrono la possibilità di aprire il tendalino. Nonostante sia di recente realizzazione, non è però stato previsto nemmeno un albero. Se viaggiate durante la stagione più calda tenetene conto, perché l’afa di fondovalle sa essere pesante.

Carico e scarico sono comodi (anche se l’acqua “on/off”, senza rubinetto e ad alta pressione, per pulire la cassetta della toilette non è una grande idea…), con una griglia ampia e moderna e lo scarico per le acque nere indipendente. I rubinetti per pulizia degli scarichi e per il carico dell’acqua potabile sono separati ma molto vicini, mentre il lavello per le stoviglie è uno solo. I bagni sono quelli del centro sportivo, e per questo presentano docce, divise tra uomini e donne (due per parte), che non offrono alcuna protezione per la privacy, nemmeno tende o semplici divisori. Siate pronti, quindi, alla possibilità di avere altri ospiti quando vi lavate (almeno nel bagno degli uomini: in quello delle donne c’era la chiave per chiudersi dall’interno).

Anche il bar è quello del centro sportivo. E’ all’aperto, apre in tarda mattinata e chiude la sera tardi. Non sappiamo però se offra il servizio anche nei mesi invernali. Da segnalare che durante la nostra visita i bidoni per la differenziata (vetro e carta) erano traboccanti e in 22 ore di permanenza non si è visto nessun addetto.

Il pagamento dell’area (che non permette l’uscita temporanea del veicolo) è automatico e non sono accettati Bancomat o carte di credito, ma solo banconote (fino a 20 euro) e monete. Viene effettuato sulla base di 12 ore (10 euro) con scadenza puntuale. La sosta “cronometrata”, con arrivo la sera e la ripartenza la mattina presto, può quindi essere considerata economica. Come sapete, però, 20 euro per le 24 ore per noi sono il massimo accettabile per un’area camper e in questo caso i servizi devono essere perfetti. La mancanza di ombra, le docce comuni e lo stato dei servizi (acqua per la pulizia cassetta WC, bidoni pieni, un solo lavello per le stoviglie) non ha reso particolarmente piacevole il nostro soggiorno. Da qui la valutazione di sole 4 stelle.

Qui potete leggere il nostro metro di valutazione per le tariffe delle aree di sosta.

©2020 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.