SOSTA CERTIFICATA

RIALE (VB) – AREA ATTREZZATA LAGO DI MORASCO

  • REGIONE: Piemonte 
  • INDIRIZZO: Strada Statale 659
  • APERTURA: da maggio a ottobre
  • COORDINATE GPS: 46°25’30.0″N 8°24’27.7″E – 46.424985, 8.407706
  • SERVIZI: carico/scarico, elettricità
  • COSTO PER 24 ORE: 10€
  • POSTI DISPONIBILI: circa 100
  • DISTANZA DAL CENTRO O DAL LUOGO TURISTICO: 500 metri dalla diga e dal lago di Morasco
  • SUPERFICIE: terra battuta
  • RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATA: 
  • DATA DELLA VISITA: 4 agosto 2020
  • AUTORE DELLA VISITA: Seimetri.it

Per chi desidera un punto di partenza per splendide passeggiate ed escursioni questa area è ideale. Non è particolarmente bella o scenografica, né ha molti servizi, ma è molto capiente, pianeggiante e dotata dei servizi essenziali. Da qui partono numerosi sentieri che permettono sia brevi passeggiate in territorio pianeggiante sia uscite un po’ più impegnative.

Le piazzole non sono delimitate e la posizione è completamente assolata, anche se a 1.738 metri di altezza questo non è un problema. A circa 500 metri di distanza c’è il rifugio Bim-Se al Lago, dove si possono mangiare piatti della tradizione locale. Sostare qui costa 10 euro al giorno (per il pagamento passa un addetto del comune dopo le 18), mentre la corrente va pagata a parte con monetine. Gli attacchi sono solo 12 e il costo è comunque abbastanza elevato (va a consumo e noi abbiamo sospeso circa 6 euro per 24 ore).

L’area per lo scarico presenta grande spazio di manovra e una griglia abbastanza ampia. La toilette a cassetta va svuotata nell’apposita vasca, che però era fuori servizio al momento della nostra visita. Gli attacchi per l’acqua per la pulizia dell’area e il carico della potabile sono indipendenti.

Qui potete leggere il nostro metro di valutazione per le tariffe delle aree di sosta.

©2020 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.