CAMPERANDO

Un motorhome mai visto prima, ideale per un single o al massimo una coppia

26 aprile 2020 – In questi mesi ci è capitato diverse volte di parlarvi di veicoli, a nostro parere molto belli, con una lunghezza che non supera i sei metri e mezzo. Il più recente è il motorhome Itineo Nomad FC650, di fascia medio-bassa ma con una disposizione interna originale, mentre qualche mese fa avevamo parlato del motorhome Eura Mobil Integra Line 650 HS, che ha una dinette a ferro di cavallo nella parte posteriore che ci ha fatto sbavare. E prima ancora ci eravamo lasciati attrarre dal Frankia I 640 SD, sempre un motorhome, con bagno trasversale in coda.

Oggi vogliamo presentarvi un veicolo che, ancora una volta, fa dell’originalità la sua bandiera. Il progettista parla di una lunghezza complessiva di sei metri, ma dalle nostre stime – in assenza di specifiche tecniche sottomano – pensiamo sia più vicino ai sei metri e cinquanta. Ma poco importa, perché le sue qualità sono tutte da scoprire.

Dopo la pubblicazione del video di Juri Bertoldero e del nostro post, Giorgio Poletti ha realizzato questa magnifica illustrazione, che “rubiamo” per mostrare le potenzialità dell’idea presentata da Puntine del Mondo.

Questo modello, battezzato Singano, è un motorhome con una caratteristica che balza subito all’occhio: nella parte anteriore manca il matrimoniale basculante. Peccato, perché forse ci sarebbe anche stato, ma l’originalità parte da qui. Dietro i sedili della cabina di guida ci sono a destra la porta di ingresso e a sinistra un bagno con doccia separata. Per recuperare spazio, il lavello è ribaltabile, ma il pregio maggiore è che sono stati previsti una finestra e due oblò con Turbovent: uno per il locale toilette e l’altro per il vano doccia.

Un modulo cucina davvero funzionale

Entrando, sulla sinistra c’è il mobile cucina, caratterizzato da un piano di lavoro particolarmente ampio, posizionato tra il piano cottura e il lavello. In questo modo quando si cucina c’è spazio a sufficienza per il cuoco di turno e quando si lavano i piatti non si corre il rischio di bagnare i fornelli. Sotto il piano di lavoro c’è ampio spazio di stivaggio, diviso tra i cassetti sul lato sinistro e gli sportelli al centro e a destra. Altro spazio per conservare soprattutto cibarie si trova sul doppio pensile posizionato appena sopra. Quest’area è servita da un oblò e da una finestra enorme, degna di camper dei vecchi tempi.

A destra del modulo cucina si trova il frigorifero trivalente, a colonna, con una volumetria di 150 litri e seleziona automatica dell’energia. Subito sopra, trova posto un forno a microonde con grill integrato. Sul lato opposto c’è invece l’enorme armadio guardaroba per i capi appesi.

Ideale per un single o per una coppia

Ma la vera sorpresa arriva dalla parte posteriore, dove si capisce subito che siamo di fronte a un mezzo tagliato su misura per un single o al massimo per una coppia. Ideale, a dire il vero, anche per i fulltimer, ovvero persone che come noi hanno deciso di vivere in camper. Qui saltano tutti gli schemi, perché non siamo di fronte a dinette o semidinette, ma a un semplice divano a “L” il cui lato corto è addossato alla parete di sinistra, dove possono trovare posto comodamente due persone, ma non più di tre.

Il tavolo, ampio e basato su colonna centrale, può essere abbassato per formare un lettino di emergenza, più adatto a un bambino che a un adulto. Ma in realtà il suo uso è prevalentemente diurno e il fatto che possa traslare in tutte le direzioni e ruotare lo rende molto versatile.

Sul lato opposto c’è un mobile basso, dove volendo si può installare un televisore estraibile da 32 pollici. Oltre che stivare ovviamente oggetti, biancheria e vestiti. Il piano prosegue poi piegando a “L” sul fondo del veicolo, estendendosi in posizione trasversale per tutta la larghezza. Qui è stata inserita una coppia di casse acustiche che consentono di godere della musica con qualità normalmente introvabile sui veicoli ricreazionali.

Il letto ha dimensioni casalinghe

Tutta la parte posteriore è estremamente luminosa, grazie a tre grandi finestre che incorniciano questo lato del motorhome. Per la notte, dall’alto scende elettricamente un letto basculante, al di sotto del quale, a ferro di cavallo, sono stati ricavati dei portaoggetti, alcuni a vista altri chiusi da sportellino. Non sono molto capienti, ma messi tutti insieme costituiscono una riserva di stivaggio non indifferente. Il matrimoniale è insolitamente ampio (dovrebbe essere di 200 centimetri di lunghezza per 160 di larghezza) e quando è in posizione completamente abbassata gode parzialmente della luminosità, e quindi dell’aerazione, derivanti dalle tre finestre. In ogni caso è previsto anche un maxi-oblò al servizio del letto.

Sotto l’enorme piano di appoggio posteriore, profondo circa 50 centimetri, c’è un gavone garage a tutta larghezza, non ampio (ci entra solamente una bicicletta) ma accessibile da entrambi i lati. Qui, a sinistra, è stato trovato il modo di installare una caldaia Alde a circolazione d’acqua, che garantisce così un riscaldamento di livello domestico. Sempre rimanendo sul lato sinistro di Singano, uno sportello dà accesso al gavone ricavato sotto la panca del divano: qui trova posto un impianto elettrico di tutto rispetto, con un set di batterie che in totale garantisce 400 Ah e un inverter a onda sinusoidale pura da 2kW.

Per il Gpl c’è il bombolone omologato

Il tutto è ricaricabile sia attraverso i quattro pannelli solari disposti sul tetto, per un totale di 500 Watt, sia tramite il generatore a gas installato sotto il pianale. A questo proposito, il combustibile è conservato in un bombolone Icom a doppia camera da 65 litri + 6, regolarmente omologato secondo le più recenti disposizioni del 2018 e quindi ricaricabile senza problemi ai normali distributori stradali di Gpl.

La riserva di acqua è in un serbatoio sotto la porzione centrale della panca del divano, ed è in grado di contenere 120 litri, mentre quello di recupero delle acque grigie, di pari capienza, coibentato e riscaldato, si trova sotto il telaio.

Insomma, Singano è una proposta davvero originale. Sarebbe bello se diventasse un prodotto vero. In questo caso non disdegneremmo di vedere una realizzazione con doppio pavimento, in modo da poter alloggiare più comodamente e in posizione antigelo tutti gli impianti. Per adesso dobbiamo accontentarci di vederne un disegno su foglio a quadretti. E se volete sapere come il suo ideatore lo ha realizzato, potete seguire questo video sul suo canale YouTubeLe Puntine del Mondo.

©2020 seimetri.it – Se vuoi lasciare un commento a questo articolo, puoi farlo sulla nostra pagina Facebook

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.