MONDO PLEIN AIR

Da lunedì la Sevel di Atessa riprende a produrre Fiat Ducato, Citroën Jumper e Peugeot Boxer

22 aprile 2020 – Se nei giorni scorsi abbiamo espresso soddisfazione per l’annuncio della ripresa della produzione da parte di Hobby, oggi non possiamo che rallegrarci per le notizie che arrivano da Fca: da lunedì ripartiranno le attività di Sevel, l’azienda che ad Atessa, in Abruzzo, produce le meccaniche Fiat Ducato, Citroën Jumper e Peugeot Boxer. Su questi veicoli viene allestita la maggior parte dei veicoli ricreazionali ed è chiaro che il blocco della produzione ha avuto, e soprattutto avrà, ripercussioni rilevanti su molti allestitori. Probabile che chi ha potuto abbia continuato in queste settimane a lavorare sulle scocche già presenti in fabbrica, ma la sospensione del lavoro ad Atessa comporterà ritardi nelle consegne future. Il riavvio dei processi produttivi è quindi da salutare con favore.

L’azienda seguirà la strada dell’autorizzazione prefettizia informando il Governo”, si legge sull’Ansa. “Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri chiedono a Fca ‘di effettuare subito gli incontri preparatori e di verifica per la corretta e puntale applicazione delle linee guida sulla sicurezza concordate il 9 aprile’ e al governo di dare elementi di chiarezza e uniformità per garantire la salute e la sicurezza di migliaia di lavoratori”. 

I sindacati chiedono anche al Governo di pronunciarsi “centralmente” per garantire la salute e la sicurezza di migliaia di lavoratori. “Nei prossimi giorni in ogni caso terremo incontri e sopralluoghi”, scrivono, “per essere certi che comunque quando si avrà la ripresa produttiva su realizzi nel rispetto delle misure e azioni di sicurezza necessarie a partire dalla garanzia per una mobilità pubblica casa lavoro che tuteli dai rischi di contagio le lavoratrici ed i lavoratori”.

La Sevel di Atessa produce furgoni e basi per i veicoli ricreazionali da quarant’anni e all’inizio del 2020 Fca Italy e Groupe Psa hanno siglato un accordo che prevede il prolungamento fino al 2023 della loro collaborazione. L’accordo prevede, tra l’altro, la continuazione della produzione dei modelli Fiat Ducato, Peugeot Boxer e Citroën Jumper nonché l’introduzione di altre versioni per rispondere alle esigenze dei marchi Opel e Vauxhall.

Lo stabilimento Sevel, inaugurato nel 1981 in Val di Sangro, ha un’estensione di oltre un  milione e 200 mila metri quadrati e ci lavorano circa 6.200 dipendenti. È l’impianto produttivo di veicoli commerciali leggeri più grande d’Europa, con la capacità di produrre veicoli in un’ampia gamma di configurazioni diverse. Sevel è anche uno degli stabilimenti più avanzati al mondo in termini di specializzazione, organizzazione e performance lavorative.

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.