CAMPERANDO

Valle dell’Agogna, un piccolo Paradiso a un piccolo prezzo: isolati dal mondo senza connessione

5 settembre 2019 – In questi giorni siamo a zonzo tra il Lago Maggiore e il Lago d’Orta, alla ricerca di piccoli luoghi che favoriscano il lavoro in relax. Le nostre ricerche sono sempre basate su un mix di Park4night, Google Maps con visione satellitare e informazioni raccolte qui e là. Tra le nostre, z volte deludenti, esperienze, vogliamo invece segnalarvi questa volta una piccola chicca, che però è riservata a persone dal carattere forte e capaci di tornare a un concetto di vita in mezzo alla natura a cui non siamo più abituati.

C’è infatti un piccolo angolo di paradiso a metà strada tra Stresa e il Lago d’Orta, che garantisce pace e tranquillità, che offre spazi per belle passeggiate nel bosco, ma che chiede in cambio qualcosa: la rinuncia alla connessione cellulare. Sembra strano, a una manciata di chilometri da paesi ben popolati, ritrovarsi senza la nostra “coperta di Linus”, ma questo è quello che si trova sulla provinciale delle cosiddette “2 riviere”, nella Valle dell’Agogna tra gli abitati di Sovazza e Gignese.

Si tratta di un’area attrezzata per picnic e barbecue situata proprio accanto al torrente Agogna, che scorre tra sponde verdeggianti. L’area è abbastanza grande, tutta pianeggiante e in parte ombreggiata. Vi si accede da una minuscola stradina poco visibile dalla strada principale. Passarvi qualche ora, o se possibile anche la notte, in questa stagione e in una giornata soleggiata è un’esperienza molto piacevole. Basta scordarsi di social network e affini. Ma quello che si perde in “socialità”, si guadagna in serenità d’animo.

Per trovare questo piccolo angolo di Paradiso basta inserire le coordinate GPS nel navigatore o in Google Maps: 45.826571, 8.478626.

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.