CAMPERANDO

Dall’alto Friuli all’Austria, fino alla Val Bregaglia: un itinerario di 17 giorni ricco di natura e cultura

30 agosto 2019 – Nel nostro post di un paio di settimane fa vi abbiamo parlato dell’accoglienza austriaca, oggi vogliamo invece raccontarvi il nostro itinerario: nessun viaggio è uguale a un altro, ma magari potete trovare qualche spunto per una prossima vacanza. Il nostro tragitto si è snodato tra l’alto Friuli-Venezia Giulia, zona Tarvisio, e l’Austria, passando da Tirolo Orientale, Carinzia, Salisburghese e Tirolo, per poi transitare dalla Svizzera (Engadina) e ridiscendere dalla Val Bregaglia.

In totale abbiamo percorso circa 1.700 chilometri, di cui 360 in autostrada e il resto su strade statali e locali. In totale ci sono voluti circa 150 litri di gasolio, per una spesa che si aggira intorno ai 180 euro, considerato che il gasolio lo abbiamo pagato intorno a 1,20 euro al litro. Il nostro Falkor, semintegrale lungo solo 5,4 metri, consuma poco a velocità contenuta e costante: quasi 12 chilometri con un litro. Delle 18 notti passate in camper (in vacanza), quattro sono state in campeggio e le restanti dodici in libera. Per i campeggi abbiamo speso in tutto 115 euro.

Se vi va, venite con noi e seguiteci tappa per tappa, per scoprire cosa ci è piaciuto, e cosa no, di questo itinerario.

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Paolo Galvani

Nato nel 1964, è giornalista professionista dal 1990 e imprenditore dal 2007. Si occupa di tecnologia dalla fine degli Anni '80, prima come giornalista poi come traduttore specializzato, e da circa tre decenni ama girare in camper. Dalla fine di maggio del 2019 è diventato "fulltimer". A luglio 2019 ha lanciato il blog seimetri.it.